Skip to main content

Barrio del Carmen: storia viva

Il quartiere millenario della città si sviluppò fra due muraglie, quella musulmana e quella cristiana

Nel distretto di Ciutat Vella si trova questo emblematico quartiere, che deve il suo nome alla chiesa e al convento del Carmen Calzado, oltre che alla piazza adiacente. Questo è l’autentico centro storico di Valencia. Anche se per un certo periodo fu delimitato dalla muraglia musulmana, oggi i resti medievali più emblematici sono le Torri di Serranos e le Torri di Quart. Appena varcate queste porte, il turista accede a un labirinto di vicoli lastricati che nascondono un’infinità di segreti.

Vie come Roteros o Corona scendono dagli antichi arrabales (quartieri periferici). All’interno del quartiere si trovano il bel Portal de la Valldigna, gli impressionanti affreschi della Chiesa di San Nicola, la centenaria Plaza del Árbol o la minuscola Casa de los Gatos, oltre a negozi storici con secoli di storia alle spalle. Il Carmen è anche un territorio bohémien, nel quale abbonda l’arte di strada e si trovano musei d’avanguardia, fra i quali il IVAM, il MUVIM, il Centre del Carme o la Beneficencia.

Nelle sue vie la vita ferve a tutte le ore. La mattina si può visitare il famoso Mercato di Mossén Sorell, che propone un’ampia offerta di prodotti gourmet. Durante il giorno i bar all’aperto si riempiono gradualmente, per degustare alcune delle tapas più tipiche e per mangiare una buona paella. Al calare del sole sera inizia ad animarsi la Plaza del Tossal, attorno alla quale si trovano ristoranti e pub molto affollati. Il Carmen è la storia viva dei valenzani, ma anche il quadro di costume del loro presente.

Ottieni percorso

Iscrivetevi al nostro blog!

Non perdete le migliori proposte per scoprire Valencia!

Subscribe