Skip to main content

Coronavirus Valencia: informazioni e suggerimenti

Trova tutti i consigli per un viaggio sicuro in Spagna su https://travelsafe.spain.info/it/ 

Consulta qui i requisiti di ingresso a seconda del Paese di provenienza, oltre alle restrizioni previste per il ritorno. Inoltre, puoi scoprire le misure da osservare durante il soggiorno in Spagna in base alla regione visitata.

MODULO SANITARIO

 

Misure di sicurezza per l'ingresso in Spagna

Se state preparando un viaggio a Valencia in aereo dall'estero, è obbligatorio compilare il presente modulo di controllo sanitario a cui si può accedere dalla pagina spth.gob.es o scaricando l'applicazione sul vostro cellulare dalla stessa pagina. Gli aeroporti spagnoli hanno incorporato tre filtri di sicurezza per i passeggeri: di temperatura, in un processo molto efficiente e di alto rigore; un controllo documentale, basato sulle dichiarazioni responsabili con informazioni sanitarie che permettono la tracciabilità o il monitoraggio della persona; e anche un controllo visivo.

La compilazione del modulo genera un codice QR personalizzato, che il viaggiatore deve presentare alle compagnie di trasporto prima dell’imbarco, così come ai controlli sanitari al punto di ingresso in Spagna.

 

I requisiti di ingresso dipendono dal paese di provenienza

1. Viaggiatori dell'Unione Europea o dello Spazio economico europeo

- Provenienti da zone a rischio (controllate qui quali sono)

Si dovrà certificare uno di questi tre requisiti (a meno che si tratti di un minore di 6 anni):

  1. Certificato di vaccinazione: rilasciato dalle autorità competenti del paese di origine a partire dal 14º giorno successivo alla data di somministrazione dell'ultima dose del regime completo del vaccino. I vaccini accettati saranno quelli autorizzati dall'Agenzia Europea dei Medicinali o quelli che hanno completato il processo di uso di emergenza dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il certificato di vaccinazione deve includere almeno il nome e il cognome del titolare, la data di vaccinazione, indicando la data dell'ultima dose somministrata, il tipo di vaccino somministrato, il numero di dosi somministrate/regime completo, il paese di rilascio e l'identificazione dell'organismo che rilascia il certificato di vaccinazione.
  2. Certificato diagnostico: Tampone PCR negativo o affine (tipo NAAT), o test antigenico di quelli inclusi nella lista comune della Commissione Europea (https://covid-19-diagnostics), rilasciato nelle 48 ore precedenti all'arrivo in Spagna.
  3. Certificato di guarigione (attestante che la malattia è stata superata) rilasciato dall'autorità competente o da un servizio medico almeno 11 giorni dopo il primo test diagnostico di tipo NAAT (PCR, TMA, LAMP e simili) con un risultato positivo. La validità del certificato terminerà 180 giorni a partire dalla data di prelievo del campione. Deve includere almeno il nome e il cognome del titolare, la data di prelievo del primo test diagnostico positivo di SARS-CoV-2, il tipo di test NAAT eseguito e il paese di emissione.

Uno qualunque di questi tre certificati deve essere redatto in spagnolo, inglese, francese o tedesco. Se non è possibile ottenere l'originale in una di queste lingue, il documento accreditativo deve essere accompagnato da una traduzione in spagnolo realizzata da un organismo ufficiale.

- Provenienti da zone non a rischio (controllate qui quali sono)

Non è necessaria nessuna prova diagnostica così come nessun certificato di vaccinazione o immunità.

 

2. Viaggiatori provenienti da Paesi non appartenenti all'Unione Europea o allo Spazio economico europeo

- Provenienti da Paesi esclusi dalla zona a rischio (controllate qui quali sono)

Non è necessaria nessuna prova diagnostica così come nessun certificato di vaccinazione o immunità.

In questo momento i Paesi inclusi nella lista sono: Australia, Israele, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Corea del Sud, Tailandia, Regno Unito (Gran Bretagna e Irlanda del Nord), Cina e le regioni amministrative speciali di Hong Kong e Macao.

- Provenienti da altri Paesi (controllate qui quali sono)

È permessa l’entrata di persone che viaggiano per turismo se dispongono di un certificato di vaccinazione rilasciato dalle autorità competenti del paese di origine a partire dal 14º giorno successivo alla data di somministrazione dell'ultima dose necessaria a completare il ciclo di vaccinazione. I vaccini accettati saranno quelli autorizzati dall'Agenzia Europea dei Medicinali o quelli che hanno completato il processo di uso di emergenza dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. In questo momento questi vaccini sono quelli prodotti da Pfizer- Biontech, Moderna, Astra-Zeneca, Jansen/Johnson&Johnson, Sinovac y Sinopharm.

Il certificato di vaccinazione deve includere almeno il nome e il cognome del titolare, la data di vaccinazione con l’indicazione della data dell'ultima dose somministrata, il tipo di vaccino somministrato, il numero di dosi somministrate/regime completo, il paese di rilascio e l'identificazione dell'organismo che rilascia il certificato di vaccinazione.

Controllate qui i requisiti di ingresso a seconda del Paese di provenienza, oltre alle restrizioni stabilite per il ritorno.  Inoltre, allo stesso link si possono conoscere le misure da seguire durante il soggiorno in Spagna a seconda della regione nella quale viaggiate.


Requisiti per i passeggeri di navi da crociera internazionali 

I passeggeri delle navi da crociera internazionali che navigano in acque territoriali non dovranno utilizzare l’applicazione di Spain Travel Health, ma la raccolta dei dati sarà fatta attraverso l'applicazione EU Digital Passenger Locator Form, disponibile su questo link.


Requisiti per i viaggiatori che attraversano le frontiere terrestri

Tutte le persone maggiori di 6 anni, provenienti dai paesi o dalle zone a rischio che arrivano in Spagna via terra dovranno disporre di alcuni dei certificati di vaccinazione, prove diagnostiche o di guarigione sopra indicati.

Limitazioni per i voli dal Brasile e Sudafrica

Fino al 3 agosto, i voli tra il Brasile e il Sudafrica e gli aeroporti spagnoli sono limitati ai cittadini o residenti in Spagna o Andorra. Trovate maggiori informazioni su questa misura qui. 

Uso della mascherina

Tutte le persone a partire dai 6 anni sono obbligate a utilizzare la mascherina nei seguenti casi: 

  1. In qualsiasi spazio chiuso di uso pubblico o che si trovi aperto al pubblico.  
  2. In qualsiasi spazio all’aperto dove a causa dell’agglomerazione di persone, non è possibile mantenere una distanza minima di 1,5 metri tra le stesse, ad eccezione dei gruppi di conviventi.  
  3. Sui mezzi di trasporto aereo, marittimo, in autobus o ferroviario, inclusi i binari e le stazioni passeggeri o in teleferiche, nonché sui mezzi pubblici e privati in veicoli fino a nove posti compreso il conducente, nel caso i viaggiatori che si spostano sul mezzo non convivano nello stesso domicilio. Nel caso di passeggeri di navi o imbarcazioni, non sarà necessario l’uso della mascherina quando si trovano nella cabina, né in spazi esterni della nave se si può mantenere la distanza di sicurezza di 1,5 metri.  
  4. Negli eventi moltitudinari all’aperto, quando gli assistenti sono in piedi o, se seduti, non si può mantenere la distanza di 1,5 metri tra le persone, ad eccezione dei gruppi di conviventi.  

 

Eccezioni 

  • Persone che presentano patologie o difficoltà respiratorie che possono aggravarsi con l'uso della mascherina o che, a causa della propria situazione di disabilità o dipendenza, non sono in grado di togliersi la mascherina autonomamente o presentano diverse alterazioni del comportamento che ne rende impossibile l'uso.  
  • Nel caso in cui, per la natura stessa delle attività, l’uso della mascherina risulti incompatibile, in conformità alle indicazioni delle autorità sanitarie.  
  • In quei luoghi o spazi chiusi di uso pubblico che fanno parte del luogo di residenza dei gruppi che vi si riuniscono, come le istituzioni per la cura degli anziani o delle persone con diversità funzionale, i locali destinati alla residenza collettiva dei lavoratori essenziali o altri gruppi che soddisfano caratteristiche simili, a condizione che questi gruppi e i lavoratori che vi svolgono le loro funzioni, abbiano una copertura vaccinale contro la SARS-CoV-2 superiore all'80% con regime completo, accreditata dall'autorità sanitaria competente. Quest'ultima eccezione non si applica ai visitatori esterni, né ai lavoratori dei centri residenziali per anziani o persone con diversità funzionale. 

 

Le seguenti attività sono considerate incompatibili con l'uso della mascherina:

  • Il bagno al mare, ai laghi, nei bacini, nei fiumi o in altre zone di balneazione; così come in piscine siano esse all'aperto o coperte.
  • L’attività sportiva in ambiente acquatico, sia naturale sia artificiale.
  • I periodi di riposo prima o dopo il bagno o la pratica di sport nell'ambiente acquatico, nella zona circostante. Nel caso di riposo in spiagge, fiumi o ambienti similari, o in piscine non coperte, il suddetto periodo può essere esteso solo a quello in cui la persona rimane in un punto specifico e rispettando la distanza minima di 1,5 metri con altre persone che non siano conviventi e senza che il raggruppamento di persone superi il numero massimo consentito. Nel caso di piscine coperte o nel caso in cui questo riposo sia fatto a bordo di imbarcazioni, si intenderà il periodo di riposo solo come lo stretto necessario tra gli intervalli tra le attività.
  • Le attività di salvataggio o recupero quando è necessario entrare nell’ambiente acquatico.
  • I tempi strettamente necessari per mangiare o bere, nei luoghi dove è permesso.

 Le seguenti attività sono considerate compatibili con l'uso della mascherina:

  • La passeggiata per accedere in spiaggia, ai laghi e a altri ambienti naturali.
  • La passeggiata in riva al mare e in altri ambienti acquatici.
  • L'uso degli spogliatoi delle piscine pubbliche o condominiali, ad eccezione delle docce.
  • La permanenza all’esterno o all'interno dei locali di ristorazione se non quando è strettamente necessario per mangiare o bere.

Mobilità notturna 

Rimane limitata la libertà di circolazione delle persone in orario notturno tra l’01:00 e le 6:00 nei seguenti comuni: Albal, Alboraya, Alcàsser, Aldaia, Alfafar, Alginet, Almussafes, Benaguasil, Benetússer, Benifaió, Bétera, Buñol, Burjassot, Canals, Chiva, Foios, Gandia, Godella, L'Eliana, L'Olleria, Manises, Massamagrell, Massanassa, Meliana, Mislata, Museros, Oliva, Paiporta, Paterna, Picassent, Pobla de Farnals, Pobla de Vallbona, Puçol, Puig, Rafelbunyol, Requena, Riba-roja de Túria, Rocafort, Sagunto, Silla, Sueca, Tavernes de la Valldigna, Turís, Utiel, València, Vilamarxant, Xeraco e Xirivella.

Eccezioni:  

a) Acquisto di medicinali, prodotti sanitari e altri beni di prima necessità. 

b) Visite a centri, servizi e strutture sanitarie.  

c) Visite a centri di assistenza veterinaria per motivi di emergenza. 

d) Adempimento degli obblighi lavorativi, professionali e commerciali, istituzionali o legali.  

e) Ritorno al luogo di residenza abituale dopo aver svolto alcune delle attività previste nel presente paragrafo.  

f) Assistenza e cura di anziani, minori, persone a carico, persone con disabilità o persone particolarmente vulnerabili.  

g) Svolgimento di attività cinegetiche legate al controllo della sovrabbondanza di specie cinegetiche che possano causare danno all’ecosistema, nei cicli produttivi dell’agricoltura, nell’allevamento e nella sicurezza stradale.  

h) Per cause di forza maggiore o situazioni di necessità. 

i) Qualsiasi altra attività di natura analoga, debitamente accreditata.  

j) Rifornimento di carburante presso i distributori di benzina o le stazioni di servizio, quando risulti necessario ai fini delle attività previste nei paragrafi precedenti. 

 

Limiti nelle riunioni sociali 

In case private e spazi ad uso privato e in luoghi di uso pubblico, sia al chiuso sia all’aperto, non si potranno formare gruppi di più di 10 persone, tranne nel caso di persone conviventi o se si tratta di due nuclei di convivenza, fatte salve le eccezioni previste nei paragrafi seguenti della presente risoluzione, così come in altri atti amministrativi che ad essi si applicano.  

Eccezioni:

a) Attività non professionali legate all'educazione e all’assistenza, come l'assistenza e l'accompagnamento di minori, anziani in situazione di dipendenza, con diversità funzionale o in situazione di particolare vulnerabilità.  

b) La convivenza alternata dei figli con genitori non conviventi.  

c) L'affidamento familiare di minori in qualsiasi delle sue tipologie.  

d) La riunione di persone con legami coniugali o di coppia che vivono in domicili diversi.  

e) Le persone che vivono sole, che possono essere incorporate, durante il periodo di validità della misura, in un'altra unità di convivenza unica, a condizione che questa unità di convivenza incorpori solo una persona che vive sola. 

f) Le attività lavorative, le attività istituzionali, le attività di trasporto e quelle dei centri educativi che forniscono l'educazione di cui all'articolo 3 della Legge Organica sull'Educazione, inclusa l'educazione universitaria, così come quelle attività per le quali sono stabilite misure specifiche. 

Bar, caffè e ristoranti

Gli spazi aperti o terrazze dei bar, delle caffetterie e dei ristoranti sono aperti fino alle 00:30, con una capienza del 100% e con un'occupazione massima di 10 persone per tavolo, che devono essere separati da 1,5 metri di distanza all'esterno e da 2 metri all'interno, dove la capienza massima è del 50% ed i tavoli possono essere occupati da un massimo di 6 persone all’interno. 

Ricordate che si deve indossare la mascherina quando non si sta consumando e che non sono permesse le consumazioni al bancone o fumare nella zona dei tavolini all’aperto.

Consumo di alcool

La vendita di alcolici è vietata dalle ore 22:00 alle ore 07:00 del giorno successivo, in tutti i tipi di esercizi di vendita al dettaglio, indipendentemente dalla licenza con la quale operano, ad eccezione delle strutture di ristorazione e alberghiere che saranno soggette alle disposizioni stabilite nel punto precedente.

Il consumo di alcol sulle strade pubbliche è vietato 24 ore al giorno, ad eccezione delle strutture alberghiere e di ristorazione, in applicazione delle disposizioni dell'articolo 69 della legge 10/2014, del 29 dicembre, della Generalitat, di Salute della Comunità Valenciana.

Vendita di alimenti e bevande a domicilio o per asporto

Molti ristoranti continuano a offrire il servizio di consegna degli alimenti a domicilio o da asporto presso la struttura, con orario concordato e all'interno degli orari abituali di apertura. Se desideri goderti la gastronomia valenciana, scopri qui quali sono le opzioni che la città ti offre.

 

Musei e monumenti 

Non ci sono restrizioni di capienza nei musei, ma devono essere garantite misure di distanziamento, igiene e prevenzione.

Consultate la nostra agenda online per conoscere le mostre e le misure di sicurezza per ciascuna di esse.

 

Teatri e cinema

Per le attività culturali e gli spettacoli all'aperto, la capacità massima è pari al 75% della capacità approvata. Devono essere stabilite le misure necessarie per mantenere una distanza di sicurezza tra le persone o, se ciò non è possibile, l'applicazione di misure di protezione fisica alternative. L'uso delle maschere è obbligatorio, anche se viene mantenuta la distanza di sicurezza di 1,5 metri tra le persone (tranne nel caso di gruppi di persone che vivono insieme e che possono sedersi in posti adiacenti). Il pubblico deve rimanere seduto e devono essere previsti posti a sedere preassegnati.

 

Divertimento notturno

  • Possono stare aperti fino alle 00:30 del mattino. 
  • È consentito il consumo di bevande e alimenti seduti ai tavoli mantenendo le dovute distanze di sicurezza di 1,5 metri tra le sedie di tavoli diversi. L’uso delle mascherine è necessario quando non si sta consumando.
  • Non si potrà superare il 50% di capienza massima all’interno dei locali. Le zone all’aperto di questi locali potranno occupare il totale dei tavoli permessi, a condizione che si rispetti la distanza minima di sicurezza di un minimo di 1,5 metri tra i tavoli. La capienza massima consentita deve essere visibile all’ingresso.
  • I tavoli possono essere occupati da un massimo di 6 persone all’interno e di 10 all’esterno.
  • Non è consentito il ballo né all’interno né all’esterno, così come non è consentito il karaoke e le esibizioni canore sporadiche o amatoriali, mentre sono consentite le esibizioni professionali di gruppi musicali o di dj se si garantisce una ventilazione sufficiente e una distanza di sicurezza di almeno 2 metri tra i musicisti e il pubblico nel caso di cantanti e di strumenti a fiato.
  • Non è consentito fumare, così come non è consentito l'uso di qualsiasi altro dispositivo di inalazione del tabacco, pipe ad acqua, narghilè o simili, incluse le sigarette elettroniche o il vaping all'aria aperta o in spazi chiusi.

Live chat per risolvere i tuoi dubbi

Gli Uffici del turismo restano aperti con il loro orario normale. 

I nostri informatori turistici sono a disposizione attraverso una chat in diretta per risolvere eventuali dubbi sulla vostra visita a Valencia, da lunedì a sabato, dalle 9:00 alle 18:00 e la domenica, dalle 10.00 alle 14.00. 

Al di fuori di questi orari, potete compilare il modulo di chat e il nostro staff si occuperà delle vostre richieste. Potete inviare la vostra richiesta in qualsiasi momento, in qualsiasi giorno della settimana.

Consultate le ultime informazioni delle organizzazioni ufficiali relative a COVID-19:

Consiglio comunale di valencia

Informazioni speciali sui coronavirus

Autorità nazionali

Autorità regionali

Ministero della Salute del Governo Regionale. Coronavirus

 

Organizzazioni internazionali

Organizzazione Mondiale della Sanità

Organizzazione Mondiale del Turismo

Se durante il vostro soggiorno a València mostrate sintomi come febbre, tosse secca, mal di gola o dolore al petto e difficoltà di respirazione, vi preghiamo di

  • Mantenete la calma
  • Non lasciate la camera o l'appartamento
  • Contattate il personale del vostro alloggio per telefono, oppure chiamate il 112 o il 900 300 555

Dove fare il tampone PCR o test antigenici

 

Vithas Consuelo

  •  TAMPONE PCR 120 € Risultati in massimo: 48 ore                   
  •  TEST RAPIDO ANTICORPI 35 € Risultati in 1 ora                         
  •  TEST SIEROLOGICO QUANTITATIVO 60€ Risultato in 4 giorni
  •  TEST ANTIGENICI 60€ Risultati in 1 ora 
  • TAMPONE PCR EXPRESS 190€ Risultati in 2 ore
  • ANTICORPI POST VACCINO CORONAVIRUS: 30 € Risultati in 24 ore

L’orario del servizio è: TAMPONE PCR e TEST ANTIGENICI: Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Restanti prove dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00. Il sabato dalle 9:30 alle 11:00.

Persona di contatto: Amparo Piqueras, tel. +34 96 317 78 06 (Dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 15:00).

 

Vithas Valencia 9 de Octubre

  • RNA CORONAVIRUS - TAMPONE PCR :  120€  (in circa 24 ore)
  • TEST ANTIGENICI CORONAVIRUS: 60€  (in circa 4 ore)
  • TEST RAPIDO CORONAVIRUS_TEST SIEROLOGICO QUALITATIVO:  35€  (in circa 1 ora)
  • TEST SIEROLOGICO ELISA_ TEST SIEROLOGICO QUANTITATIVO: 30€ cadauno (in circa 4 ore)
  • TEST SIEROLOGICO + TEST ANTIGENICO: 80€  (in circa 4 ore)
  • TAMPONE PCR EXPRESS (in circa 1 ora) 190€

Dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 14:00

Dal lunedì al venerdì dalle 16:00 alle 19:00 (attualmente dalle 17:00 alle 20:00)

Il Dottor Orlando visita pazienti privati e internazionali. Il suo orario è dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 20:00

 

Hospital Quironsalud Valencia

Dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Sabato dalle 9:00 alle 12:00 e domenica dalle 9:00 alle 10:00

Fuori da questo orario si realizzano prove presso il pronto soccorso

Email: International.val@quironsalud.es

Telefono: 0034 659 966 800

Prezzo speciale per i lettori di visitvalencia.com (indicare che lo avete visto sul sito)

70€ TAMPONE PCR

45€ TEST ANTIGENICO

I risultati si inviano via mail in spagnolo e in inglese.

 

 

Clinica Doctor Serrano (C/ Grabador Esteve, 1)

  • Tampone PCR: Risultati: per tamponi realizzati fino alle 10: dalle 6 alle 9 ore. Dopo le 10: risultati il giorno dopo. Prezzo: 90€
  • Tamponi PCR per gruppi. Tamponi pensati per gruppi fino a 10 persone. Risultati: per tamponi realizzati fino alle 10: dalle 6 alle 9 ore. Dopo le 10: risultati il giorno dopo. Prezzo: 70€
  • Test antigenico. Risultati in 15 minuti. Prezzo: 30€

Orario: dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 20:00
il sabato dalle 09:00 alle 13:00

Telefono: +34 960 265 758, Whatsapp: +34 672 109 916

 

Aeroporto – Eurofins (1 piano, vicino al banco Swissport) 

Tampone molecolare PCR (risultato in 12 ore): 70€, Tampone PCR rapido (risultati tra 1 e 3 ore): 95 €, Test antigenico: 29,17€

È necessario prenotare la visita qui o attraverso la APP TrustOne. 

Orario: lunedì, mercoledì, sabato e domenica: 8:00 – 17:00 / martedì e giovedì: 08:00 - 18:30

 

IMSKE (Suiza, 11)

PCR: 100 € I risultati saranno ricevuti via e-mail durante il pomeriggio.

Test sierologico: 40€.

Test dell'antigene: 30 €.

Tutti i test vengono eseguiti dalle 8:00 alle 21:00 nel laboratorio dell'ospedale al terzo piano. Prendi un appuntamento sul loro sito web. 

 
 

Iscrivetevi al nostro blog!

Non perdete le migliori proposte per scoprire Valencia!

Subscribe