Skip to main content

NATALE A VALÈNCIA

Durante le feste natalizie, la città si agghinda e si illumina per accompagnare tutti i valenciani e i turisti in questo magico momento dell’anno. Le tradizioni correlate al Natale sono molteplici; di seguito vi indichiamo ciò che non dovete lasciarvi sfuggire del periodo natalizio valenciano.

 


 

TRADIZIONI

I PRESEPI - Dal 1 dicembre al 6 gennaio

Tra le usanze più importanti spiccano i presepi tradizionali, la cui storia risale ai tempi di San Francesco d’Assisi, il quale collocò un presepe all’interno di una grotta, dove dispose una raffigurazione del Bambin Gesù insieme ad un bue e un asinello in carne ed ossa. In quest’atmosfera venne celebrata la messa della notte di Natale del 1223. L’idea riscosse tanto successo che si estese presto in tutta Italia, e venne importata in Spagna dal monarca Carlo III nel XVIII secolo.

I presepi tradizionali sono presenti sia nelle case dei cittadini che nella città, grazie al presepe monumentale che il Comune cittadino collocherà presso Plaza del Ayuntamiento. A questa iniziativa partecipano anche molteplici centri commerciali, chiese, la cattedrale di Valencia e una cospicua lista di musei, quale il museo della ceramica.

 


 

LA VIGILIA E IL GIORNO DI NATALE - 24 e 25 dicembre

Secondo la tradizione, la notte del 24 dicembre le famiglie si riuniscono attorno alla tavola per godere della cena della vigilia di Natale, e, il giorno successivo, del pranzo celebrato in onore di tale festività. Nel corso di queste giornate vengono gustati i tipici piatti del menù natalizio, tra cui l’agnello, l’orata, il tipico stufato di Natale, frutti di mare, polvorones (dolci tipici), dolci di marzapane e torroni, accompagnati da un vino locale e dal tradizionale calice di spumante o di sidro frizzante, il quale si ritiene che porti fortuna.

Inoltre, nel corso di tale notte, è tradizione partecipare alla Misa del Gallo (Messa del Gallo), definita così perché si dice che fu un gallo il primo ad assistere al lieto evento e si assunse il compito di annunciarlo al mondo. Questa messa viene celebrata in tutte le chiese della città a mezzanotte circa. Particolarmente importante è quella celebrata presso la Cattedrale, con la partecipazione del coro della stessa, che grazie ai suoi tradizionali cori e canti natalizi trasforma tale celebrazione in un’occasione eucaristica speciale.

Anche la messa di Natale è allietata dalla partecipazione di questo illustre coro. Inoltre, la tradizione vuole che, in occasione del giorno di Natale, i bambini ricevano le famose “Estrenas” (regali), ossia un pensierino o una piccola quantità di denaro dai propri cari.

 


 

I SANTI INNOCENTI - 28 dicembre

La tradizione che senza dubbio viene trasmessa nel tempo e che vanta molti sostenitori soprattutto tra i più giovani è il giorno dei Santi Innocenti. È il giorno degli scherzi e delle prese in giro bonarie generali. Lo scherzo più tipico consiste nel ritagliare un pupazzo di carta e attaccarlo o fissarlo sulla schiena di una persona cara, che lo porterà senza accorgersene, per il divertimento generale. Complici d’eccezione di questa giornata sono i mezzi di comunicazione, che inseriscono tra le notizie qualcuna inventata a fini scherzosi.

 


 

CAPODANNO - 31 dicembre

Ovviamente, non possiamo dimenticare la notte di Capodanno, durante la quale, a mezzanotte, una volta finita la cena, tutti i valenciani mangiano i 12 chicchi d’uva di buon auspicio al rintocco dell’orologio: sono momenti di allegria, speranza e buoni propositi per l’anno appena cominciato. In seguito, molti si dirigeranno presso uno dei molteplici locali notturni di svago della città per godere di una notte di festa con ballo denominata cotillón.

 


 

I RE MAGI - 5 gennaio

Una volta dato il benvenuto al nuovo anno, i bambini tornano ad essere gli indiscussi protagonisti in occasione del 5 gennaio, giorno nel quale le loro maestà i tre Re Magi d’Oriente sbarcano presso il porto di Valencia alle 17:00 circa, per raggiungere Plaza del Ayuntamiento dopo aver percorso diverse strade della città. Giunti lì, vengono sollevati fino a raggiungere il balcone di Plaza del Ayuntamiento, da dove dedicano alcune parole a tutti i valenciani che li acclamano. In seguito, l’illustre palazzo Comunale apre le sue porte affinché i Re Magi possano ricevere nel Salón de Cristal (Salone di Cristallo) tutti i bambini che desiderano parlare con loro e ricevere un regalo dalle loro mani.

Si tratta di una notte di attesa che culmina il mattino seguente, quando i bambini, svegliandosi, trovano nelle loro case i regali che avevano chiesto nella letterina, da alcuni consegnata personalmente ai visir dei Re, i quali sono arrivati alcuni giorni prima e si sono recati presso i diversi centri commerciali per ricevere le richieste di tutti; altri bambini, invece, le avranno depositate direttamente nella cassetta della posta. Queste festività tanto amate terminano con un’altra tradizione culinaria, il famoso Roscón de Reyes, che viene gustato proprio il 6 gennaio. È una sorta di brioche di pasta fina a forma di ciambella e decorata con pezzetti di frutta candita, simbolo dei rubini e degli smeraldi che adornavano i vistosi mantelli dei Magi d’Oriente. Nell’impasto viene nascosta una piccola sorpresa e chi la trova verrà incoronato re o regina della casa. Tuttavia, è possibile anche trovare una fava, e ciò implica farsi carico dell’acquisto del roscón dell’anno successivo.

 


 

LA DECORAZIONE DELLA CITTÀ

L’atmosfera della città, grazie alle decorazioni speciali che ci circondano, riflette i giorni di festa in cui ci troviamo. Per l’occasione, i giardini del Comune vengono adornati con le tradizionali stelle natalizie, che affascinano tutti coloro che vi passano. Anche le associazioni commerciali contribuiscono a creare questa scenografia, addobbando i rispettivi negozi con motivi natalizi, finanziando l’installazione di un’illuminazione speciale nelle strade, nonché, in molte occasioni, regalando ai clienti, mediante gli acquisti di questi ultimi, la possibilità di partecipare alla tradizionale lotteria di Natale, ed infine, usando dei pacchetti particolari.

Non sono solo i nostri occhi ad annunciarci che è Natale, ma anche i profumi che pervadono le strade, provenienti dalle tante bancarelle che ci offrono la gastronomia popolare di questo periodo, caratterizzata da castagne arrosto, torroni, mandorle, ecc.

 


 

VITA COMMERCIALE

È evidente che il Natale, sebbene sia una festa fondamentalmente familiare, stia diventando sempre più una festa commerciale e noi tutti siamo invitati a viverla in strada; difatti, la città viene pervasa da mercatini di Natale. Un esempio di ciò è rappresentato dal mercatino tradizionale che ha luogo nei dintorni del Mercato Centrale, che rimane aperto ininterrottamente offrendo i tipici prodotti natalizi, che spaziano dalla gastronomia (torroni, dolci di marzapane, castagne, confetti, polvorones...), ai regali, agli addobbi natalizi, alle statuine del presepe, e ad articoli scherzosi, tra gli altri. Oltre a questo appuntamento, non perdetevi altri luoghi emblematici come il Mercado de Colón (Mercato di Colombo) con la sua speciale atmosfera natalizia ed i molteplici eventi organizzati per l’occasione.

 


 

IL NATALE È LA FESTA DEI PIÙ PICCOLI

I protagonisti di questa festa sono indubbiamente i bambini. In questo periodo, tutti loro sono in vacanza, pertanto le istituzioni approfittano per organizzare attività dedicate principalmente ai più piccoli.

L’esponente principale dei suddetti eventi è rappresentato da Expojove, celebrato presso Feria Valencia dal 26 dicembre al 4 gennaio, dove viene organizzato qualsiasi tipo di attività ludica dedicata ai più piccoli. Quest’anno verrà celebrata la 26a edizione, e ci si aspetta un grande successo come quello ottenuto nelle edizioni precedenti.

Un’altra possibilità interessante è la tradizionale Fiera di Natale, celebrata da oltre un secolo. Nonostante in origine fosse legata all’allevamento, si è trasformata pian piano in una fiera di articoli per bambini, statuette colorate per il presepe, tamburelli, zambombas e carracas (tipici strumenti musicali). Attualmente, dispone di un grande parco divertimenti per tutti i gusti, tombole e bancarelle dove poter acquistare i tipici dolci e leccornie. A questi due appuntamenti classici si sono aggiunte man mano proposte diverse, quali quelle del centro commerciale Nuevo centro, che, nel corso di questi giorni, organizza concorsi di Natale con interessanti premi per i vincitori, nonché una fiera per bambini presso la piazza esterna.

Inoltre, in queste date, la città viene tradizionalmente visitata da circhi famosi, tra i quali non manca mai il Circo Mondiale, il Gran Circo Wonderland, il Gran Fele o il Circo Americano.

Iscrivetevi al nostro blog!

Non perdete le migliori proposte per scoprire Valencia!

Subscribe