Skip to main content

COSÌ SI SENTE

Ci troviamo nella città spagnola che possiede il maggior numero di società musicali, pertanto non deve sorprendere la quantità di centri culturali e sale nei quali ci si può godere della musica dal vivo.

Il Palau de les Arts Reina Sofía, sito nel complesso della Città delle Arti e delle Scienze, è il teatro dell’opera di Valencia e la sede della Orquesta de la Comunitat (Orchestra della Comunità). Sui suoi palcoscenici sono passate personalità operistiche come Zubin Mehta o Plácido Domingo - che dona il nome al Centro di Perfezionamento dello stesso ente - e sono state suonate opere dei migliori compositori, come Beethoven o Wagner.

Un altro riferimento classico è il Palau de la Música, nel quale, inoltre, si svolgono attività culturali di qualsiasi tipo, come congressi, esposizioni, spettacoli o proiezioni cinematografiche.

Valencia possiede inoltre una connessione speciale con Boston, grazie a Berklee, una scuola di musica della città statunitense, leader nel suo settore da ormai quattro decenni. Non solamente offre una formazione di riferimento, ma organizza anche numerose messe in scena.

La Comunità è anche terra di festival e alcuni degli appuntamenti fondamentali si svolgono nel capoluogo. È il caso del Festival de Les Arts, sul cui palcoscenico sono passati gruppi come The Vaccine o, in un formato più intimo, il festival Deleste, che finora si era svolto nel contenitore culturale de La Rambleta, ma che adesso si trasferisce al centro storico, grazie al Centre del Carme.

Valencia è anche terra di intimi salotti musicali dal vivo, sia di rock, che di flamenco, elettronica o indie. Sono il posto perfetto per scoprire gruppi e cantautori del posto. Nel circuito risaltano Matisse; Wah, Wah; Loco Club; Black Note o George Best. C’è spazio anche per il jazz, con Jimmy Glass, e persino per le serenate, con i cicli organizzati da La Nau.

Iscrivetevi al nostro blog!

Non perdete le migliori proposte per scoprire Valencia!

Subscribe