Pasqua a Valencia

Pasqua a Valencia. Settimana Santa Marinera

Festa dichiarata di Interesse Turistico

Molte città spagnole celebrano la Semana Santa con processioni emozionanti, conosciute e apprezzate in tutto il mondo, come quella che ogni anno si tiene a Siviglia o quella a ritmo di tamburo tipica di Calanda, nell’Aragona.

A Valencia, la Semana Santa ha un sapore diverso: il sapore del mare. Sebbene meno conosciute, le celebrazioni della Semana Santa Marinera sanno sorprendere per la passione, la creatività e l’atmosfera di allegria e buon umore che pervade le strade e i quartieri marittimi.

Con il fuoco delle Fallas ancora nell’aria, i valenciani si preparano ai festeggiamenti soprattutto nei quartieri di Cabanyal, Canyamelar e El Grao, dove ha origine la Semana Santa Marinera. Si tratta dei vecchi villaggi di pescatori e marinai che, nonostante facciano parte a pieno titolo della città di Valencia, hanno conservato la loro identità e le loro tradizioni peculiari

Qui di seguito si possono trovare gli eventi unici, che hanno contribuito a differenziare le celebrazioni della Semana Santa Marinera e a conferirle il riconoscimento di Festa di Interesse Turistico Nazionale:

 

  • Processioni sulla sabbia: mentre i turisti si godono i primi raggi di sole primaverile sulla spiaggia, possono essere sorpresi da una "invasione" di penitenti incappucciati. In tutti i villaggi di marinai il mare significa vita ma anche morte ed è al mare che si dirigono le preghiere. Ecco perché durante la Semana Santa le statue del Cristo vengono portate sulla riva, per pregare i morti del mare e per la pace nel mondo.

 

  • Confraternite e Corporazioni: sono una trentina le confraternite che mantengono viva la tradizione della Semana Santa Marinera, venerando e portando in processione le immagini rappresentative della Passione, della Morte e della Resurrezione di Cristo.

Se l'immagine tipica della Pasqua celebrata in Spagna rimanda ai penitenti coperti di cappucci, a Valencia sfilano anche Corporazioni Armate che raggruppano Pretoriani, Longini, Sayonese (penitenti in tonaca) e Granatieri.  

 

  • A casa con i Santi: durante la Semana Santa, le immagini dei Santi sono custodite dalle confraternite e spesso nelle case private di uno dei membri, che diventano temporaneamente un luogo di culto. Per il Confratello, questo è un grande onore ed è un privilegio a cui aspirano tutti i membri della fratellanza. Il Giovedì Santo si svolge la Visita ai Monumenti, processione a ritmo di tamburi in cui vengono visitati tutti questi luoghi.

 

  • Veronica e Lazzaro. Alla Semana Santa partecipano tutti, anche i più piccoli, ma con una particolarità: i bambini partecipano vestiti da personaggi biblici. Tra i costumi più utilizzati, Lazzaro con le bende, Veronica con il velo del volto di Cristo, Ponzio Pilato e Gesù Bambino: in un’atmosfera di devozione e divertimento tutti partecipano alle processioni, come ad esempio quella del Santo Sepolcro del Venerdì Santo, la più emozionante di tutte.

 

  • Liberarsi delle cose vecchie: la celebrazione della morte e della Resurrezione di Cristo è anche un momento di rinnovamento, per dire addio alle cose vecchie ed iniziare una fase nuova con gioia e buon umore. Da qui la curiosa tradizione Trencà dels perols: a mezzanotte del Sabato Santo si rompono vecchie stoviglie e pentole. I locali celebrano la Resurrezione lanciando vecchie terrecotte dai balconi o semplicemente secchi d'acqua. Una tradizione simbolica curiosa e originale, non farti cogliere impreparato!

 

Festa e devozione si mescolano durante la Semana Santa Marinera di Valencia. Ciò è evidente in eventi come la colorata Parata della Gloria della domenica di Pasqua, quando i penitenti si tolgono i cappucci e i personaggi biblici gettano petali al pubblico in un clima di pura celebrazione. Ma anche durante la settimana, gli atti più solenni convivono con un’atmosfera quasi carnevalesca nelle strade dei quartieri marittimi.

E se, a queste tradizioni, aggiungiamo l'opportunità di fare una passeggiata sul lungo mare sotto il sole del Mediterraneo e di rigenerarsi con un buon piatto di paella o alcune tapas in luoghi come Bodega Casa Montaña o Casa Carmela, non c'è dubbio che la Semana Santa è un momento magico per godersi un soggiorno a Valencia.

INFORMAZIONI UTILI: 

Festa dichiarata di Interesse Turistico

Dall'11 al 22 aprile

http://www.semanasantamarinera.org/