La Cattedrale di Valencia

Plaza Reina, s/n - 46003 - Valencia, España

Valutazione: 

Patrimonio Universal por la UNESCO

ZONA TURISTICA: 
Il Centro Storico di Valencia
 SECOLO: 
XIII

Lo sapevate che il Santo Graal si trova nella Cattedrale di Valencia? e che ospita una delle opere pittoriche più importanti del primo Rinascimento spagnolo? E che nel suo Museo della Cattedrale si possono trovare dipinti di Maella o Goya? Potete salire sul Miguelete o conoscere la storia della Vergine del Buon Parto, ci sono molte curiosità che non potete perdere.

Costruito su un antico tempio romano che fu poi convertito in moschea, nella Cattedrale di Valencia predomina lo stile gotico, anche se conserva numerosi elementi di epoche diverse, dal romanico al barocco. I lavori dell'attuale pianta sono iniziati nel XIII secolo. Croce latina, deambulatorio e cupola sopra il transetto. Nel XV secolo fu costruita la Sala Capitolare, (oggi Cappella del Santo Calice), la cupola, il Miguelete e la porta degli Apostoli. Si distinguono anche la Porta di ferro barocca e la porta romanica di Palau o Almoina.

La Cattedrale è stata dedicata a Giacomo I e all'Assunzione di Santa Maria, in essa si mescolano storia e arte. Le sue mura e le sue porte proteggono tesori preziosi come il Sacro Calice. La documentazione e gli studi archeologici ci portano a credere che il Graal di Valencia sia quello usato da Gesù durante l'ultima cena. Per questo i papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI hanno usato questa reliquia nella celebrazione dell'Eucaristia nelle loro visite a Valencia. È una coppa di agata lucida di origine orientale. La tradizione vuole che, dopo l'ultima cena, San Pietro la portò a Roma e i papi che gli succedettero la tennero lì fino a San Sisto II. Mandò la reliquia a Huesca e durante l'invasione musulmana il calice fu nascosto nei Pirenei e fu Alfonso il Magnanimo che portò la reliquia reale nel palazzo di Valencia. Oggi è visibile nella Cappella del Santo Calice.

Un altro dei gioielli della Cattedrale sono gli affreschi rinascimentali dell'Altare Maggiore della Cattedrale di Valencia, che sono stati riscoperti dieci anni fa quando la volta barocca che li ricopriva è stata rimossa. I dipinti furono commissionati dal cardinale Rodrigo de Borja, futuro papa Alessandro V, agli artisti italiani Paolo da San Leocadio e Francesco Pagano, che iniziarono i lavori nel 1476. 200 anni dopo furono coperti dalla riforma barocca del presbiterio della cattedrale. Gli affresci rappresentano dodici angeli che suonano strumenti musicali dell'epoca, una delle più importanti opere pittoriche del primo Rinascimento spagnolo.

Sempre nella Cattedrale si trova il Museo della Cattedrale, che può esporre fino a 90 opere di stili diversi: gotico, rinascimentale, manierista .... Tra questi ci sono i dipinti di Maella e Goya o dipinti a bordo di Juan de Juanes.

E per chi ama la vista panoramica, non c'è niente di meglio della salita al Miguelete. Per raggiungere la cima del campanile è necessario salire 207 gradini, ma lo sforzo ne vale la pena, poiché vi offrirà una delle migliori viste aeree della città.

Dati di interesse

TELEFONO: 
963 918 127
E-MAIL: 
patrimonio@catedraldevalencia.es
stile: 
Barroco
ORARI: 

Da novembre a marzo: da lunedì a sabato, dalle 10:00 alle 17:30. Chiuso la domenica. Da aprile a ottobre: da lunedì a sabato, dalle 10:00 alle 18:30 e la domenica dalle 14:00 alle 18:30. Consultare i giorni festivi. L’ultima visita viene effettuata sempre 45 minuti prima della chiusura. *Nei fine settimana dei mesi di aprile, maggio e settembre, la chiusura è prevista alle 17:30 in virtù della messa delle 18:00 celebrata presso l’altare maggiore.

 

TARIFFE: 
7 €, 4 € per i gruppi e 5,50 € per pensionati, diversamente abili e bambini fino a 12 anni.
VISITA GUIDATA: 
La visita guidata della cattedrale avviene attraverso audioguide individuali disponibili in spagnolo, valenziano, inglese, francese, tedesco, italiano e giapponese.

Come arrivare

Bus: 
94
4
5
9
19
80
81