• blog3
  • blog2
  • blog1

La famosissima Tomatina, unica e inimitabile “festa dei pomodori in faccia”!

Appuntamenti e Svago, Cosa vedere, viaggi Commenti (0)

Il prossimo 30 agosto se sarai a Valencia non prendere impegni e trova il modo, qualunque esso sia, di recarti a Buñol, cittadina a 40 km di distanza dalla città, per partecipare alla Tomatina, una festa a dir poco succosa! Anzi, più che una festa è una vera e proprio battaglia. Hai capito bene, una battaglia colorata di rosso dove a dare spettacolo sono i pomodori che, usati come “armi”, trasformeranno l’evento in una lotta a suon, anzi a colpi di pomodori. Proprio perché è una manifestazione popolare fuori dagli schemi e super divertente, il festival della Tomatina è oramai un appuntamento annuale che fa il pienone di partecipanti. Le ultime edizioni, infatti, hanno registrato numeri da capogiro: ben oltre 40.000 persone da tutto il mondo sono accorse a Buñol per combattere la “battaglia” e celebrare il più famoso e amato degli ortaggi! Questa grande festa dei pomodori si svolge l’ultimo mercoledì di agosto e crea un’atmosfera di estrema gioia, allegria e divertimento.

La tradizione vuole che la Tomatina abbia avuto origine nel 1945 quando dei giovani iniziarono a lanciarsi dei pomodori presi da una bancarella vicina, in seguito a una lite esplosa nella piazza del paese. Questo fatto si è trasformato in una bizzarra consuetudine che da allora non si è più abbandonata. Pensa che vengono perfino organizzati viaggi in bus dalle principali città spagnole appositamente per partecipare a un evento dalla portata oramai internazionale.

Festivals all around, portale web che quest’anno è Official Tour de la Tomatina, organizza escursioni da Valencia per rendere assolutamente epica l’esperienza di questa battaglia davvero originale. Avrai la possibilità di scegliere tra differenti pacchetti a partire da 55 euro che comprendono alloggio con sistemazione in ostello o hotel e, tra le altre cose, viaggio di andata e ritorno, l’ingresso al festival ma anche al pre-party, doccia, t-shirt, assicurazione viaggio, accompagnatore e sangria sia prima che dopo la festa. Con il pacchetto Deluxe Hostel, ad esempio, avrai 4 giorni per partecipare non solo a la Tomatina ma anche per immergerti in Valencia scoprendo la città con tour a piedi e vivendo i festival collaterali alla Tomatina. Festivals all around propone anche semplici pacchetti con soltanto il trasporto a Buñol: con la proposta Day Trip, infatti, avrai a disposizione il trasporto andata e ritorno su Valencia, l’ingresso al festival, al pre-party e al party e la t-shirt ufficiale da collezionare.

Ma entriamo nel vivo di questo festival. Un razzo viene lanciato per segnalare che la battaglia sta per avere inizio. Prima, però, cinque carri sfilano per la città lanciando pomodori sulla folla fino a quando le “munizioni” vengono tutte insieme scaricate per strada: ecco che proprio in quell’istante una massa di gente inizia la sua corsa ai pomodori per lottare con le unghie e con “gli ortaggi” trasformando il piccolo paese in un campo di battaglia che si tinge di sugo al pomodoro!

Poche regole da rispettare per non farti o fare male, alcuni consigli da seguire, come vestiti vecchi e mascherine per gli occhi, ti garantiranno un’esperienza di “lotta di massa” fino all’ultimo pomodoro davvero indimenticabile. Ma lo spettacolo non è finito: concerti, danze e musica popolare proseguiranno fino all’alba chiudendo in bellezza questa lunghissima giornata speciale dai colori e sapori inimitabili!

Cos’altro aspetti? Vai a Valencia, armati di pomodoro, combatti la tua battaglia divertendoti e, infine, avrai battuto il record di risate per il più alto numero di pomodori ricevuti in faccia!

 

» Appuntamenti e Svago, Cosa vedere, viaggi » La famosissima Tomatina, unica e...
Su 9 agosto, 2017
Per
, , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »